Rossana PetrilloArtista Campana è nata nel 1957. Rossana Petrillo nelle sue opere si rifà direttamente alle atmosfere fin de siècle, che ispirano gli artisti della “rive gauche” della Senna ed alla Belle Epoque degli anni folli parigini, animati dalla carica delle “chanteuses” dalle sottane ricche di volants e di pizzi entusiasticamente volteggianti. Per la sua produzione l’artista utilizza una scelta accurata di tessuti in seta e broccato al posto della fredda tela che rendono le sue opere più armoniose e ricche di fascino. Nella griglia damascata , che sembra trattenere le sue “donne” in una gabbia preziosa, e nella staticità chè è provocata prevalentemente dall’immobilità del nostro pensiero, quelle “figure” sono realtà vive e rinnovano il rapporto tra sensazioni e ricordi prossimi o lontani; ripristinano il clima di intimità o di vaporosi discorsi futili; rievocano la presenza-assenza di oggetti erotici(il sofà, il letto, lo specchio, gli strumenti del trucco…) tra tavoli, sedie e soprattutto tra pareti solo apparentemente innocenti e neutrali.